Antichi Reggimenti Piemontesi e Italiani a Cavallo


punzone antico

Dragoni di Piemonte

Savoia Cavalleria

Lancieri di Firenze

Genova Cavalleria

Cavalleggeri di Novara

Artiglieria a Cavallo (Le Voloire)

Nizza Cavalleria

Cavalleggeri di Monferrato

Cavalleggeri di Saluzzo

Lancieri di Vittorio Emanuele II

Gruppo Squadroni Coloniali

Reggimenti Internazionali

Home


antichi reggimenti piemontesi a cavallo


emblema araldico Squadroni Savari

Gli Antichi Reggimenti Piemontesi e Italiani a Cavallo
On-line Museum of the Vialardi di Sandigliano Foundation


Squadroni Savari, Spahis e Meharisti della Tripolitania  1  2  3  4  5
col cuore oltre l'ostacolo

Gruppo Squadroni Spahis della Lybia Occidentale

Gruppo Squadroni Spahis della Lybia Occidentale, 1937
Gli Spahi (o Sipahi) erano truppe scelte della cavalleria bardata ottomana, operanti prevalentemente tra il XIV ed il XVII secolo. Il termine passò successivamente a indicare la truppe indigene a cavallo arruolate in loco dalle potenze coloniali (i termini inglesi Sepoy, francese Cipaye e poi Spahi derivano dal medesimo ceppo linguistico Spahi). Gli Spahis italiani della Libia italiana operarono tra il 1912 ed il 1942 e differirono da quelli francesi in quanto il loro ruolo principale fu quello di polizia montata, usata principalmente per la perlustrazione rurale e per controllare le zone del deserto sahariano libico. A differenza dei Reggimenti libici regolari della cavalleria coloniale italiana (Savari), anche quando comandati da ufficiali del'Esercito italiano, gli Spahis mantennero sempre un'organizzazione militare tipicamente libica. La differenza tra Savari e Spahis risiedeva in particolare nel fatto che per i primi veniva arruolato solo l'uomo, mentre per i secondi veniva arruolato anche il cavallo con la sua bardatura tradizionale.

Loading

Vialardi di Sandigliano Foundation © 1995-2013. All rights reserved.